Spanish English French German Italian Portuguese Russian
Compartir esto...

CREAZIONE DI MONETE COMPLEMENTARI NAZIONALI: UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA DELL’EURO E PER LA RIATTIVAZIONE DELLE ECONOMIE EUROPEE DEPRESSE.

 

CREAZIONE DI MONETE COMPLEMENTARI NAZIONALI: UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA DELL’EURO E PER LA RIATTIVAZIONE DELLE ECONOMIE EUROPEE DEPRESSE.

 

Attraverso la Teoria Economica Comprensiva (1) è possibile individuare una soluzione pratica e relativamente facile da implementare nei paesi (Spagna, Grecia, Italia, Portogallo, ecc.) colpiti dall’elevato disavanzo fiscale e la conseguente difficoltà a riattivare le proprie economie, a causa di una moneta, l’Euro, che non controllano e alla quale accedono ad un alto costo (spread associato al ‘rischio paese’).

 

È evidente che questi paesi devono permanere nell’area dell’Euro, perché uscire da questa comporterebbe loro un costo enorme in termini di inserimento nei mercati mondiali. Conseguenza di ciò è che devono continuare ad onorare i propri impegni finanziari, pagando gli elevati debiti contratti, e riducendo il proprio elevato disavanzo pubblico e commerciale.

 

Come affrontare queste sfide, senza essere costretti a continuare a proporre politiche di aggiustamento, riduzione della spesa pubblica e aumenti delle tasse, che li trascinano in un circolo vizioso e senza uscita?

 

La soluzione che s’individua chiaramente attraverso la ‘teoria economica comprensiva’ è che, rimanendo inseriti nell’area dell’Euro, che deve continuare ad essere la moneta principale, siano create e vengano poste in circolazione MONETE NAZIONALI COMPLEMENTARI, in quei paesi che abbisognano di disporre di risorse e finanziamenti a basso costo per riattivare le loro economie interne.

 

La Lira in Italia, la Peseta in Spagna, la Dracma in Grecia, etc., potrebbero essere emesse come monete di circolazione nazionale, dalle proprie rispettive banche centrali, in quantità controllate, e offerte ai Governi e alle imprese attraverso il sistema finanziario normale, ma assoggettando questo a controlli e regolazioni capaci di impedire che con queste monete di realizzino operazioni con ‘derivati’ speculativi e di alto rischio.

 

La ‘moneta complementare’ (operando parallelamente all’Euro), consentirebbe agli Stati e alle istituzioni pubbliche, così come ai settori produttivi e commerciali che operano per il mercato interno, di disporre di risorse sufficienti per riattivare la produzione, l’occupazione e il consumo interno. Si potrebbe anche fare in modo che una parte delle pensioni, degli stipendi dei dipendenti pubblici, dei costi dei servizi sanitari e dei servizi sociali, e persino delle opere pubbliche che possono essere realizzate con fattori di origine nazionale, siano finanziate e pagate (almeno parzialmente) con la moneta nazionale complementare. Ciò consentirebbe a questi paesi, d’altro canto, di liberare e di disporre di una maggiore quantità di Euro per saldare i debiti esterni, tanto pubblici quanto privati.

 

Il successo di un sistema di ‘monete nazionali complementari’ come questo che proponiamo dipenderà, ovviamente, da un adeguato calcolo tecnico dei volumi che saranno emessi, del tasso d’interesse di riferimento, del ‘tasso di scambio’ (che dovrebbe essere flessibile) nei confronti dell’Euro, e del controllo rigoroso delle operazioni speculative.

 

L’implementazione di queste monete nazionali complementari nei paesi europei considerati è tecnicamente (relativamente) semplice, ma richiede una volontà politica sovrana sufficientemente risoluta e sostenuta dai cittadini, poiché sarà necessario superare le prevedibili resistenze che opporranno i paesi i quali attualmente stanno beneficiando del controllo finanziario del sistema dell’Euro, che si finanziano a molto minor costo e come conseguenza di questo fatto stanno lentamente, progressivamente e segretamente appropriandosi delle economie della cosiddetta ‘periferia’ dell’Europa.

 

 

Luis Razeto Migliaro

Santiago de Chile, 24/02/2013

 

(1) Cfr. Luis Razeto Migliaro, Fundamentos de una Teoría Económica Comprensiva, Ediciones UNIVERSITAS Nueva Civilización, Tercera Edición, Santiago de Chile, 2013. e

 

Luis Razeto Migliaro, Desarrollo, Transformación y Perfeccionamiento de la Economía en el Tiempo, Ediciones UNIVERSITAS Nueva Civilización, Segunda Edición, Santiago de Chile, 2013.